ZONA ARCHEOLOGICA

In occasione del progetto di recupero di Palazzo Mazzetti (2005-2010), la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte ha diretto un’indagine di scavo i cui risultati sono ora visibile nelle cantine.

Oltre ai frammenti ceramici, ai piccoli oggetti e alle monete che vanno dall’epoca della fondazione di Hasta (fine II secolo a.C) al XVI secolo, sono visibili strutture di epoca romana e medievale, che offrono una testimonianza della stratificazione archeologica cittadina. Proprio il ritrovamento di murature e piani pavimentati di epoca romana fa ipotizzare che l’area su cui sorge il palazzo costituisse il margine orientale dell’area del foro, lo spazio principale del centro urbano.