VISITE GUIDATE

La visita a Palazzo Mazzetti, dimora signorile tra le più belle dei Settecento astigiano e sede di collezioni d’arte, offre due percorsi di visita: uno dedicato alle sale storiche, l’altro alle evocazioni e alle suggestioni delle opere d’arte conservate nell’edificio.

Il visitatore verrà accolto nell’atrio e salendo l’elegante scalone ornato da stucchi e sculture del Settecento, raggiungerà lo splendido Salone d’onore del piano nobile, uno dei primi ambienti di rappresentanza edificati su progetto dell’architetto Benedetto Alfieri.
Nel Salone spiccano La femme di Giacomo Grosso (1895) opera simbolo delle collezioni astigiane e le grandi tele provenienti dalla quadreria del vicino Palazzo Ottolenghi e i dipinti del genovese Valerio Castello di proprietà della Cassa di Risparmio di Asti.

Proseguendo nelle sale storiche dell’ala occidentale, primo nucleo del palazzo barocco che testimonia il gusto e i fasti della nobile famiglia Mazzetti, si possono ammirare dipinti e mobili del XVII e del XVIII secolo  e le tavole del polittico cinquecentesco del Maestro di San Martino Alfieri, ospitate negli ambienti tra i più sontuosi della dimora: l’Alcova, il raffinato Camerino, la principesca Galleria e la Sala dello Zoadiaco, mentre la Galleria degli stemmi rappresenta una sosta del percorso museale, poiché ospita il video in multi proiezione intitolato l’Occhio di riguardo dedicato alle decorazioni del palazzo e alle sue collezioni e che invita non solo alla scoperta del museo, ma conduce il visitatore in un coinvolgente viaggio nel tempo e nello spazio.

Giunti nuovamente nel Salone, la visita continua nell’ala est dove si possono ammirare la grandiosa e suggestiva opera di Lorenzo Delleani “Pellegrinaggio ad Oropa” e importanti collezioni  ottocentesche quali la raccolta di manufatti orientali e la collezione di tessuti antichi, per terminare con le preziose microsculture dell’ebanista Giuseppe Maria Bonzanigo mobiliere della corte sabauda.

 

Al secondo piano sono esposte le opere del XIX e XX secolo, tra queste i ritratti di Michelangelo Pittatore – documento importante sulla società astigiana dell’Ottocento – , i dipinti dei suoi allievi e sculture di gusto liberty di Leonardo Bistolfi e Materno Giribaldi. Le ultime sale ospitano pitture e sculture legate alle più importanti manifestazioni artistiche astigiane del Novecento e alle donazioni al museo (Mostra d’Arte Contemporanea del 1949, Premi Alfieri, Donazione Franco Muzzi) firmate da nomi importanti del panorama artistico nazionale, tra cui Guttuso, Afro, Soldati, Spazzapan, Cagli e Soffiantino.

Le visite guidate per gruppi proposte dalla Fondazione Asti Musei offrono la possibilità di scoprire i tesori custoditi nei nostri meravigliosi siti.

Tipi di visita guidata (su prenotazione).
Visite per gruppi (max 25 persone): 1 ora € 60,00 a gruppo;
Visite per gruppi (max 25 persone): 2 ora € 120,00 a gruppo;

VISITA FISSA PER SINGOLI: 5,00 €

Per informazioni o prenotazioni:
Museo Civico di Palazzo Mazzetti – Corso Alfieri, 357 – Asti – Tel. 0141 530403
info@fondazioneastimusei.it
www.palazzomazzetti.eu

GUIDED TOURS

Palazzo Mazzetti is the most stately and beautiful XVIII century mansion in Asti, and location of the city-owned art collection. The palace offers two itineraries to choose from: one through the ancient noble rooms, the other through suggestions evoked by the artworks preserved in the palace.

Visitors will be welcomed in the hall, and through the grand-staircase decorated with stucco and sculptures, they will reach the splendid “Hall of Honor” at the main floor, one of the first room built by the architect Benedetto Alfieri. A painting shines in the “Hall of Honors”, “La Femme”, by Giacomo Grosso (1895), artwork which is symbol of the city collection, together with the huge paintings coming from Palazzo Ottolenghi and the pieces of art created by the Genovese Valerio Castello owned by the “Cassa di Risparmio”, Savings Bank of Asti.

Proceeding in the historical rooms of the west wing, the first nucleus of the baroque palace who witnesses the splendors of the noble Mazzetti family, you can admire paintings and furniture from the XVII and XVIII centuries, together with the XVI century polyptych made by the Master of San Martino Alfieri, hosted in one of the most sumptuous room of the palace: the Alcove, the refined Camerino, the princely Gallery and the Hall of Zodiac; the Gallery of Emblems worth stopping: here you can actually enjoy the multi-projection video titled “Un occhio di riguardo” and dedicated to the widw ariety of decoration of the palace. The video will invite you to discover the museum and will take you for a ride through time and space.

Back to the main hall the tour continues in the east wing, where you can admire the magnificent and impressive work of Lorenzo Delleani “Pilgrimage to Oropa” and other important XIX century art collections, from Asian artifacts or antique textile, to the precious micro sculptures of Giuseppe Maria Bonzanigo, furniture maker of the Savoy Family.

On the second floor works from XIX and XX centuries are to be seen: among them portraits of Michelangelo Pittatore and his pupils – the most important mirror of the city society in the XIX century – and sculptures in liberty style of Leonardo Bistolfi and Materno Giribaldi. The last rooms host paintings and sculptures related to the most important city events of the XX century and donations with works from important name of the national art scene such as Guttuso, Afro, Soldati, Spazzapan, Cagli and Soffiantino ( Contemporary Art Exhibition 1949, Premio Alfieri and Donation Franco Muzzi ).

For information and reservations:
PALAZZO MAZZETTI
Ph. 0141-530403
Fax 0141-599678
info@palazzomazzetti.it
mazzetti@fondazionecrasti.it

AVVISO

NEL RISPETTO DELLE MISURE DI SICUREZZA ED IN OTTEMPERANZA AI NUOVI PROVVEDIMENTI RELATIVI ALL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID 19, I SITI DELLA FONDAZIONE ASTI MUSEI (PALAZZO MAZZETTI, PALAZZO ALFIERI, MUSEO GUGLIELMINETTI, CRIPTA DI S. ANASTASIO, TORRE TROYANA, COMPLESSO DI SAN PIETRO IN CONSAVIA, DOMUS ROMANA) RESTERANNO CHIUSI AL PUBBLICO DAL 5/11/2020 FINO A NUOVE DISPOSIZIONI. PER INFORMAZIONI CONSULTARE IL SITO WWW.FONDAZIONASTIMUSEI.IT