Scuola dell’infanzia. Progetti didattici 2015/2016

 

ANNO SCOLASTICO 2015/2016

DIDATTICA PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA

SCARICA E STAMPA IL PDF

IL MUSEO DI PALAZZO MAZZETTI

Palazzo Mazzetti è la più bella dimora signorile del Settecento ad Asti.

Lo stabile occupa un’antica casa-forte medioevale, successivamente accorpata alle costruzioni comprate dal conte Giovanni Battista Mazzetti.

Tra la fine del Seicento e il secondo quarto del Settecento, il Conte promosse la costruzione e la decorazione degli ambienti dell’ala occidentale.

La manica orientale è stata costruita su progetto dell’architetto Benedetto Alfieri negli anni 1751-52.

Nel 1846 l’edificio fu acquistato dalla famiglia Alfassio Grimaldi di Bellino, la quale nel 1937 vendette la residenza alla Cassa di Risparmio di Asti.

Nel 1939 il palazzo divenne sede della Pinacoteca Civica e tuttora conserva tale funzione. Nell’anno 2000 fu acquistato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti che lo destinò completamente a sede museale.

Gli ambienti dell’ala occidentale mantengono le caratteristiche di una dimora storica nobiliare con soffitti decorati da affreschi e stucchi; tra le opere pittoriche esposte, si annoverano alcuni dipinti del XVII e del XVIII secolo ed il cinquecentesco polittico del maestro di San Martino Alfieri. Nell’ala orientale si ammira lo splendido Salone d’Onore, in cui è presente “La femme” di Giacomo Grosso (1895); nelle sale seguenti trovano collocazione tre collezioni: quella dei manufatti orientali, quella dei tessuti Gerbo e quella delle micro-sculture dell’ebanista Giuseppe Maria Bonzanigo.

Il secondo piano è destinato alle opere del XIX e XX secolo; tra queste si citano i ritratti di Michelangelo Pittatore, dei suoi allievi e alcune sculture di Materno Giribaldi. Le ultime due sale ospitano pitture e sculture realizzate per il premio Alfieri e la Mostra d’Arte Contemporanea.

PERCORSI DI DIDATTICA A PALAZZO MAZZETTI

Le attività didattiche di Palazzo Mazzetti sono articolate in due momenti.

La prima parte, di carattere teorico, consiste in una visita guidata presso le sale del Museo. Questa fase non si limita alla mera descrizione degli ambienti del Palazzo, ma è caratterizzata dall’interazione con gli studenti. L’obiettivo è quello di stimolare, tramite il dialogo con gli operatori, l’interesse e la capacità di osservazione dei ragazzi.

Grazie all’utilizzo di materiale didattico di varia tipologia (filmati, riproduzioni di suoni, “stands” dimostrativi, pannelli illustrativi, oggetti da toccare etc.) gli alunni potranno elaborare un nuovo concetto di museo come luogo in cui crescere ed imparare divertendosi.

Alla prima parte è possibile abbinare l’attività di laboratorio che mira alla rielaborazione in chiave pratica delle nozioni apprese. Tale esperienza è volta alla realizzazione di un manufatto (dipinto, scultura, “collage” o altre creazioni) che gli allievi potranno conservare.

La scelta di svolgere un’attività pratica è motivata dall’intenzione di offrire spazi, materiali e proposte complementari a quelle di cui ci si avvale in ambito scolastico. L’obiettivo è quello di favorire lo sviluppo della manualità e dell’apprendimento di aspetti concreti ed empirici riguardanti una realtà abitualmente esaminata dal punto di vista astratto. L’abbinamento della parte teorica a quella pratica è consigliato, tuttavia, è anche possibile optare per un’unica proposta (solo la visita guidata oppure soltanto l’attività di laboratorio).

IL MUSEO VA A SCUOLA! UNA NUOVA OPPORTUNITÀ PER LE SCUOLE

A partire dall’anno scolastico 2015-2016, Palazzo Mazzetti offre agli allievi la possibilità di conoscere le più importanti opere che custodisce direttamente a scuola. Un operatore si recherà in classe e descriverà il museo, raccontando la storia del luogo e delle sale, con l’ausilio di immagini, stoffe, oggetti da toccare e supporti musicali. La “voce narrante” di questo percorso sarà Flora, raffigurata in numerosi affreschi all’interno del Museo. La dea, presenza allegorica costante nel palazzo, rappresenta la nascita, la gioia ed il fiorire della primavera e costituirà altresì una fonte di ispirazione per l’attività di laboratorio che sarà condotta all’interno dell’aula scolastica. Il museo civico di Palazzo Mazzetti fornirà anche il materiale necessario all’esecuzione dell’attività pratica. Gli incontri in aula sono motivati dalla volontà di “portare” il museo all’interno degli istituti scolastici, facendo conoscere l’istituzione anche a quelle classi che hanno difficoltà ad effettuare spostamenti fuori sede.

IL MAGAZINE CRONACHE DA PALAZZO

Conservare il ricordo dell’esperienza a Palazzo Mazzetti e condividerla con la propria famiglia è l’obiettivo del magazine “Cronache da Palazzo”.Al termine di ogni incontro, gli allievi potranno condividere le proprie impressioni con compagni ed operatori compilando un divertente “diario di bordo” che, con le foto scattate durante l’attività, sarà consultabile on-line sul sito di Palazzo Mazzetti (www.palazzomazzetti.eu).

La mascotte che accompagnerà la redazione del magazine sarà Mr Why, simpatico personaggio dipinto che comparirà sui “diari di bordo” stimolando i bambini allo scambio di opinioni.

 OBIETTIVI

Gli obiettivi da raggiungere attraverso la realizzazione di questo progetto possono essere ricondotti a tre categorie:

OBIETTIVI DIDATTICI

  • Saper acquisire e rielaborare le informazioni
  • Condividere opinioni e sensazioni
  • Esercitare la manualità
  • Conoscere aspetti tecnici e strumenti di lavoro

OBIETTIVI EDUCATIVI

Promuovere la socializzazione e la collaborazione durante il lavoro di gruppo

Comunicare il concetto di museo come luogo da preservare per le generazioni future

Creare affezione nei confronti dell’istituzione museale

Favorire l’interazione tra allievi ed operatori

OBIETTIVI SPECIFICI

All’interno del progetto ogni percorso persegue i propri specifici obiettivi, che sono elencati in calce alla descrizione di ciascun incontro.

COSTI

–          Visita guidata+laboratorio (oppure solo visita o solo laboratorio): € 3 ad alunno

 

–          Pacchetto 2+1: € 6 ad alunno anziché € 9 (da pagare in occasione del primo incontro).

Il ciclo comprende tre incontri a Palazzo Mazzetti (ognuno completo di visita e laboratorio, da scegliere nei programmi a disposizione).

Gratuito per gli insegnanti

Gratuito per i disabili ed i loro accompagnatori

 PRENOTAZIONI

Palazzo Mazzetti (Asti – Corso V. Alfieri, 357)

tel. 0141 530403 – didattica@palazzomazzetti.it

Al fine di consentire la realizzazione del progetto “Cronache da Palazzo”, gli allievi dovranno essere muniti della liberatoria firmata dai genitori per la pubblicazione sul sito di Palazzo Mazzetti delle foto scattate durante l’attività.

 

I PROGRAMMI

IL MUSEO VA A SCUOLA!

L’INCONTRO IN AULA

La dea Flora, nelle vesti di una simpatica marionetta, racconterà la propria storia e presenterà il museo civico di Palazzo Mazzetti ai piccoli partecipanti. Il suo racconto si alternerà ad esperienze visive, tattili, uditive ed olfattive, grazie a stoffe ed oggetti da toccare, registrazioni musicali, essenze profumate da riconoscere ed immagini da osservare. Attraverso gli stimoli proposti durante l’incontro, gli allievi saranno supportati nella ricostruzione dell’antica funzione degli ambienti del Palazzo.

L’ATTIVITA’ DI LABORATORIO IN AULA

La dea Flora stimolerà i bambini ad osservare la propria immagine dipinta, dalla quale si trarrà spunto per realizzare un coloratissimo quadretto in carta crespa raffigurante un fiore. Il materiale necessario per l’esecuzione di questo quadretto verrà fornito direttamente dal Museo.

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO E COMPETENZE

Educazione all’immagine

  • Apprendere il significato del termine museo
  • Scoprire un luogo attraverso i sensi
  • Modellare una figura utilizzando la carta crespa 

DROPS….OF ART!

LA VISITA

Si propone un primissimo approccio all’arte ed al “luogo museo” in un modo nuovo e divertente. I piccoli partecipanti saranno guidati all’osservazione di alcuni dipinti, di cui verranno analizzati i colori, i sentimenti trasmessi ed i soggetti rappresentati, con l’ausilio di alcuni termini in lingua inglese.

IL LABORATORIO “WHAT’S IN THE MUSEUM?”

I bambini proveranno a ricordare alcuni oggetti o aspetti che hanno suscitato il loro interesse, per poi colorare alcune immagini su un grande cartellone, in cui compariranno anche alcuni termini in lingua inglese.

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO E COMPETENZE

Inglese, educazione all’immagine

  • Comprendere ed utilizzare semplici vocaboli in lingua inglese
  • Rappresentare attraverso il disegno
  • Usare varie tecniche per colorare

LA MAGIA DEL NATALE!

LA VISITA

Gli allievi saranno guidati alla scoperta del Natale attraverso l’osservazione di alcuni dipinti caratterizzati da questo tema. La visita sarà allietata dalla narrazione di fiabe che descrivono l’origine di antiche tradizioni nate in paesi lontani.

IL LABORATORIO

L’attività prevede la creazione di brillanti decorazioni natalizie con materiali riciclati.

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO E COMPETENZE

Educazione all’immagine

  • Riconoscere i soggetti raffigurati in un dipinto
  • Sviluppare creatività e manualità attraverso attività di bricolage

IL MONDO DEI COLORI E DELL’ARTE

 

LA VISITA

La visita si svolge al piano nobile di Palazzo Mazzetti. Dopo una breve spiegazione del “luogo museo”, gli alunni sono invitati a descrivere i quadri scelti e a diventare essi stessi pittori, entrando in contatto con il mondo dei colori e della pittura. I piccoli allievi potranno conoscere diverse tipologie di strumenti e supporti pittorici, inoltre rifletteranno sul significato dei colori esprimendo quali sono i sentimenti che essi trasmettono.

IL LABORATORIO NELLA BOTTEGA DEL PITTORE

L’attività pratica si svolge nella sala didattica di Palazzo Mazzetti, trasformata nella bottega di un pittore e si propone di illustrare le modalità con cui si ottenevano i vari colori attraverso le materie prime. A seguire, gli allievi, dopo aver provato a dipingere con i colori antichi, potranno riprodurre il particolare di un’opera osservata nel museo, seguendo la propria creatività.

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO E COMPETENZE

Educazione all’immagine

  • Rappresentare attraverso l’arte e comunicare attraverso il disegno 

ANIMALI REALI E FANTASTICI

 

LA VISITA

La visita si svolge al piano nobile di Palazzo Mazzetti. Di fronte ad opere selezionate, si cercherà di avvicinare i più piccoli alle rappresentazioni artistiche sia della realtà che del mito. In questo percorso didattico si è scelto di privilegiare l’individuazione delle raffigurazioni di animali, le quali appartengono ad un mondo immediatamente comprensibile e vicino ai bambini. Dopo una breve spiegazione del “luogo museo”, gli alunni vengono invitati ad individuare e distinguere gli animali reali da quelli fantastici attraverso materiale didattico, spiegazioni e giochi.

IL LABORATORIO DIPINGI IL TUO ANIMALE PREFERITO

Il laboratorio segue e completa la visita guidata Animali reali e animali fantastici. Attraverso l’utilizzo di supporti di varia natura, l’attività di laboratorio comporterà la realizzazione di un’opera composita i cui soggetti saranno un animale reale od uno fantastico, a scelta.

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO E COMPETENZE

Italiano (descrizione), educazione all’immagine

  • Rappresentare attraverso l’arte
  • Guardare ed osservare con consapevolezza un’immagine e gli oggetti presenti nell’ambiente, descrivendo gli elementi formali e utilizzando le regole della percezione visiva

IL MUSEO ATTRAVERSO GLI OCCHI DI UN BIMBO

LA VISITA E IL LABORATORIO

La visita emozionale al museo guiderà i bambini al riconoscimento dei colori e di alcuni soggetti raffigurati. La finalità della visita è quella di scoprire ed imparare l’arte attraverso i sensi e le percezioni: sarà proposto l’ascolto di rumori di vita antica, si stimolerà l’osservazione di colori e delle forme, si metterà alla prova il senso dell’olfatto. Attraverso semplici giochi, i bambini saranno invitati a scoprire materiali e lavorazioni utilizzando il tatto.

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO E COMPETENZE

  • Educazione all’immagine
  • Osservare, confrontare e descrivere aspetti della realtà circostante attraverso i sensi

 

UN QUADRO SI ANIMA E …

 

LA VISITA

La visita si svolgerà nella sala delle collezioni orientali di Palazzo Mazzetti. Partendo da un ritratto presente in questo ambiente, i bambini ascolteranno avvincenti storie ambientate in luoghi affascinanti e favole d’Oriente che narrano di samurai e principesse. L’obiettivo è quello di avvicinare i piccoli all’ambiente del museo grazie alla forma espressiva del racconto.

IL LABORATORIO

L’attività di laboratorio avrà inizio con un’introduzione sulla storia della carta e la sua modalità di fabbricazione, antica e moderna. I partecipanti realizzeranno un piccolo quadretto raffigurante un ramo di ciliegio utilizzando la carta crespa.

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO E COMPETENZE

Italiano (ascolto) ed educazione all’immagine

  • Cogliere l’argomento principale dei discorsi
  • Interpretare le emozioni attraverso l’osservazione di un quadro
  • Imparare a conoscere l’espressione artistica in chiave tridimensionale

 

GIARDINIERE PER UN GIORNO

 

LA VISITA E IL LABORATORIO

Partendo dall’osservazione di antiche raffigurazioni floreali e vegetali, ciascun bambino sceglierà come decorare il proprio vaso, in cui pianterà il seme da lui scelto. Utilizzando gli strumenti del giardiniere, i piccoli partecipanti potranno apprezzare il contatto con la terra e con la natura.

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO E COMPETENZE

Scienze

  • Raccontare le esperienze sensoriali sperimentate nell’ambiente circostante
  • Integrarsi nell’attività collettiva durante le attività di gruppo
  • Osservare, confrontare e descrivere elementi della realtà circostante attraverso i sensi.