SALE MICHELANGELO PITTATORE

2_02_sala_pittatore

Le due sale sono dedicate all’opera di Michelangelo Pittatore, il maggiore artista astigiano, (1825-1903) allievo di Tommaso Minardi presso l’Accademia di San Luca a Roma, dove fu nuovamente tra il 1852 e il 1858.

Sono presenti le opere giovanili (tra cui la piccola tela con l’Allegoria dipinta nel 1848), quadri di genere come Il Trasteverino di ispirazione nordica, soggetti religiosi e, infine ill nucleo di ritratti, che rappresentano un vero documento della borghesia astigiana dell’epoca post unitaria.

Il ritratto dell’artista datato 1874 fu dipinto dal pittore tedesco Rudolph Lehmann.

Fu l’amicizia con il pittore tedesco, conosciuto a Roma durante il secondo soggiorno romano, che portò Michelangelo a risiedere a Londra dal 1868 al 1872, dove, giunto con la lettera di presentazione di Giuseppe Mazzini, ebbe contatti con l’ambiente dei fuoriusciti italiani e con esponenti in vista della comunità ebraica.