SALA DEL POLITTICO DI SAN MARTINO ALFIERI

1_11_sala_polittico

L’ultimo ambiente dell’ala orientale, la cui decorazione a stucco settecentesca appare analoga alla decorazione dell’ala del palazzo edificata da Benedetto Alfieri, accoglie le quattro tavole superstiti del polittico cinquecentesco donato alle collezioni civiche nel 1947 dal marchese Visconti Venosta marchese Giovanni Visconti Venosta, figlio di Luisa Alfieri di Sostegno.

La denominazione di Maestro di San Martino Alfieri si deve alla precedente collocazione delle tavole nella cappella del castello dell’omonimo centro dell’Astigiano.

Le tavole, dipinte su entrambi recano i seguenti soggetti: Madonna Annunciata e Visitazione, Natività e Devote laiche, Assunzione della Madonna e Donatori laici, Incoronazione della Vergine e Santissima Trinità e Devoti ecclesiastici.

Da questa sala si accede al Salone d’onore, il primo ambiente dell’ala orientale edificata a metà Settecento su progetto di Benedetto Alfieri.