CENTRO ACCOGLIENZA CARITAS “LE QUERCE DI MAMRE” 

Via Testa, 12 – 14100 ASTI
e-mail: sanpatri@alice.it – C.F: 92014840059

Il Centro Accoglienza Caritas “LE QUERCE DI MAMRE” è nato ad Asti per dare risposta al disagio femminile infatti accoglie giovani, donne e mamme con i loro bambini con l’obiettivo di aiutare ciascuna ospite a recuperare quell’equilibrio e quella serenità necessarie per affrontare un’attività lavorativa esterna, seria e giustamente retribuita al fine di aiutarle a reintegrarsi nella società in modo autonomo ed indipendente ed allevare i propri figli senza far mancare loro il necessario per vivere, restituendo loro una dignità e un equilibrio famigliare.

Il centro accoglienza si chiama “LE QUERCE DI MAMRE” in riferimento ad un brano della Bibbia del libro della Genesi al Capitolo 18,1-8 dove vediamo che Abramo che accoglie il Signore nella veste di tre angeli nell’ora più calda del giorno proprio sotto le Querce di Mamre e offre loro ospitalità e cibo per rifocillarsi e rinfrescarsi.

Ci sembra significativo questo testo per la tipologia di donne che vengono accolte, infatti sono ospitate donne vittime di violenza costrette a scappare dai loro mariti o compagni che le maltrattano e devono tutelare i loro bimbi, oppure donne in gravidanza (a volte sole e abbandonate da compagni e mariti o famigliari) che lottano da sole in questa gioia/fatica nell’accettare una vita, oppure donne vittime della crisi che hanno perso il lavoro e hanno avuto uno sfratto (e per diverse ultimamente c’è anche un ritorno!), donne vittime di prostituzione e messe in protezione dopo aver denunciato i propri sfruttatori… insomma ogni genere di situazione difficile e di disagio purché non ci siano problemi gravi psichiatrici o di tossicodipendenza non avendo la struttura e il personale adeguato.

Si accolgono donne di ogni nazionalità e religione per cui c’è un’immensa varietà di colori e culture messe assieme con la fatica della convivenza dovuta proprio alla diversità di esperienze e situazioni difficili che ognuna si porta appresso ma con la gioia e la ricchezza dello scambio, della vicinanza, della lingua e dei cibi multietnici che sovente condividiamo insieme. Cerchiamo di vivere un po’ il “piangi con chi piange e gioisci con chi è nella gioia”……………… (San Paolo)

Dal 2008 ad oggi sono state accolte 125 tra mamme, bimbi e giovani e precisamente 55 mamme, 56 bimbi e 14 giovani; abbiamo disponibilità di posti per 12 persone anche se attualmente sono ospitate 16 persone: 6 mamme, 1 donna e 9 bimbi (dai 18 mesi ai 13 anni) provenienti da Tunisia, Albania, Romania, Marocco, Russia, Costa d’Avorio, Pakistan e Burundi; si dà anche sostegno a quelle mamme che sono state ospiti ed essendo sistemate a casa propria e avendo un lavoro hanno ancora bisogno di aiuto…

La fatica più grande attualmente è trovare un lavoro stabile infatti abbiamo solo una mamma che lavora come badante in regola con contratto e una mamma che sta terminando una borsa lavoro tramite il Comune di Asti, le altre sono in ricerca; due mamme stanno frequentando i corsi di alfabetizzazione al CTP due mattine alla settimana mentre i bimbi sono tutti inseriti tra asili nido, materne, elementari e medie.
Il centro accoglienza si avvale della presenza costante di una responsabile (la sottoscritta) e di 15 volontarie presenti tutti i pomeriggi per affiancare, aiutare e proporsi come modello di donne inserite nella società che studiano o lavorano o in pensione o vedove che dedicano parte del loro tempo per un servizio molto importante per noi.

Patrizia Sanna