MIRKO BASALDELLA (Udine, 1910 – Cambridge, 1969)
Composizione, 1963
tecnica mista su tela, cm 70,5 x 99
Donazione Franco Muzzi, 1978

Il dipinto fu donato nel 1978 da Franco Muzzi in occasione della chiusura della mostra antologica di Corrado Cagli. Il dipinto di Asti, prossimo alla “Natura morta”, anch’essa datata 1963 (Roma, collezione privata) documenta un periodo ricco di stimoli culturali. A partire dalla seconda metà degli anni ’50 del XX secolo, quando iniziano i soggiorni negli Stati Uniti di Mirko, alle influenze di Ghaham Sutherland, Moore, Genneth Armitage si aggiungono quelle del clima artistico americano, arricchitosi con l’immigrazione surrealista durante la guerra. Nella produzione pittorica si assiste alla variazione del modello di Klee (“Il sogno” 1963, “Genesi” 1964), a esercizi di automatismo psichico e gestuale