MICHELANGELO PITTATORE (Asti, 1825 – 1903)
Il Trasteverino, 1853-1855
olio su tela, cm. 136,5 x 110

Tra il 1852 e il 1858 Michelangelo è nuovamente a Roma, dove conosce il pittore tedesco Rudolph Lehmann (Amburgo, 1819 – Venezia, 1905) e dipinge soggetti religiosi su commissione di don Giuseppe Serratrice, parroco di Costigliole d’Asti. In seguito la sua pittura è orientata verso il ritratto e il quadro di genere di ispirazione nordica, come documenta Il Trasteverino.