MICHELANGELO PITTATORE (Asti, 1825 – 1903)
Ritratto di Stefano Boschiero, 1873
Olio su tela, cm 70 x 58,5

Nell’ambito dell’industria astigiana della seconda metà dell’Ottocento ha un posizione di rilievo la fabbrica di “zolfanelli fosforici” fondata dai fratelli Secondo e Stefano Boschiero in contrada San Francesco (via Solari). Trasferito fuori Porta Torino, alla morte di Secondo (1886) l’opificio é venduto alla Gastaldi e Rossetti e, successivamente, é ceduto alla Saffa di Milano. Secondo e Stefano sono benefattori delle pie istituzioni astigiane.