GIOVANNI FELICE RAMELLI (Asti, 1668 – Roma, 1741)
Ritratto di ecclesiastico, primo quarto del XVIII secolo
tempera su pergamena, cm. 14 x 11

La miniatura fa parte della ricca donazione pervenuta al Museo Civico nel 1954 dell’avvocato Mussi Isnardi, figlio di Marianna Isnardi che fu la nipote dell’abate Filippo Sotteri noto per la vasta collezione (di antichità, numismatica e scienze naturali) raccolta ad Alba. Già abate del convento dei canonici lateranensi di Santa Maria Nuova di Asti (dal 1707 al 1708), Ramelli fu poi a Roma dove ebbe la nomina di abate privilegiato perpetuo e custode dei codici miniati della Biblioteca Vaticana e, dalla stessa città, inviò, rispettivamente nel 1737 e nel 1738, 68 miniature in dono a Carlo Emanuele III di Savoia.