GIOVANNI MICHELE GRANERI (Torino, 1708 – 1762)
Le Nozze di Cana, 1756
olio su tela, cm. 119,5 x 90

I dipinti di Graneri conservano la cornice originale “rocaille”. Anche il Miracolo delle nozze di Cana é trattato come una ricca e animata scena di genere, dove la matrice di cultura fiammingo-olandese é evidente nella resa del vasellame rilucente delle vivande, e nell’abito seicentesco della sposa. Il modello per il soggetto é stato individuato nell’incisione di Hendrick Goltius e Jacob Nathan tratta da un affresco di Francesco Salviati.