MINIATORE PIEMONTESE
Sindone entro ghirlanda di fiori, prima metà del XVIII secolo
Acquerello e tempera su pergamena, cm 16 x 30

Sul retro etichette e iscrizioni ricordano l’esposizione della miniatura alla mostra torinese sulla Sindone del 1931. L’opera è confrontabile con esemplari della collezione sindonica del principe di Piemonte a Racconigi. Più in particolare, la tempera di Asti presenta punti di contatto con l’esemplare R. 5865-74, attribuito a miniatore piemontese della prima metà del XVIII secolo, dove è riscontrabile l’identica impostazione del Sudario, la resa stilizzata del corpo di Cristo e, infine, la cornice a filetti, nei colori oro, rosso e verde, che delimita la ghirlanda fiorita costituita da tulipani, rose, convolvoli nei colori rosso, azzurro e blu. Questo motivo, che trae origine dalle opere introdotte in Piemonte negli anni Ottanta del Seicento da Ottaviano Monfort, nel quadretto di Asti appare assai semplificato rispetto alla pergamena di Racconigi. La cornice intagliata è coeva alla miniatura.